Salario minimo: l’UE rafforza il ruolo della contrattazione collettiva

Opzione donna: riscatto contributivo ante 1996
Opzione donna: riscatto contributivo ante 1996
21 Dicembre 2021
Chi impedisce l’uso del Pos rischia sanzioni dal 2023
Chi impedisce l’uso del Pos rischia sanzioni dal 2023
22 Dicembre 2021

Dal Parlamento europeo arriva il primo via libera alla proposta di direttiva sul salario minimo, che si prefigge di assicurare che i lavoratori dell’UE siano adeguatamente retribuiti per garantire delle minime condizioni di vita e di lavoro. Per ottenere questi obiettivi, non potendo fissare un salario minimo legale uniforme, la direttiva muove su due direzioni: da un lato con un salario minimo legale e dall’altro con la contrattazione collettiva. Nello specifico, con il provvedimento si vuole incrementare e valorizzare il ruolo della contrattazione collettiva portandola almeno all’80% dei lavoratori ed incentivando il livello di affiliazione ai sindacati. La convinzione espressa dal Parlamento è, infatti, che la protezione del salario minimo attraverso i contratti collettivi sia vantaggiosa per lavoratori, datori di lavoro e imprese.

Comments are closed.

Contatti