Contratto a termine: il ruolo della contrattazione collettiva sull’utilizzo

Riduzione dei contributi per le imprese edili: invio delle istanze entro il 15 marzo
Riduzione dei contributi per le imprese edili: invio delle istanze entro il 15 marzo
12 Marzo 2022
Unioni civili, anche nella Pa possibile la 104 per i parenti
Unioni civili, anche nella Pa possibile la 104 per i parenti
14 Marzo 2022

In questi ultimi mesi di pandemia, una volta venuti meno gli effetti deregolatori della normativa di stampo emergenziale, torna ad essere centrale il ruolo della contrattazione collettiva nel definire le condizioni di utilizzo del contratto a tempo determinato, sulla scorta dell’ampia delega di intervento riconosciutale recentemente a livello legislativo. Alle parti sociali viene demandato il difficile compito di riuscire a coniugare le richieste di flessibilità provenienti dal mondo produttivo ai rigidi vincoli di utilizzo del contratto a termine introdotti dal decreto Dignità. Apprezzabili i segnali registrati nei recenti rinnovi dei CCNL, i quali beneficiando di vecchie e nuove deleghe, stanno ampliando il perimetro di utilizzo di tale forma contrattuale. Con quali regole e limiti?

Comments are closed.

Contatti