Assunzione di donne svantaggiate: sbloccato l’esonero contributivo per i datori di lavoro

Banche: nuove norme dell’UE volte a rafforzare la resilienza
Banche: nuove norme dell’UE volte a rafforzare la resilienza
28 Ottobre 2021
Pensioni, 200 milioni a un fondo Pmi in crisi Opzione donna a 60 anni
Pensioni, 200 milioni a un fondo Pmi in crisi Opzione donna a 60 anni
29 Ottobre 2021

Via libera all’esonero contributivo per l’assunzione di donne disoccupate e/o svantaggiate. La Commissione europea ha infatti dato l’autorizzazione allo sgravio previdenziale previsto dalla legge di Bilancio 2021 nella misura del 100% e nel limite massimo di importo pari a 6.000 euro annui. L’esonero contributivo è applicabile alle assunzioni di donne con contratto a tempo determinato e indeterminato nonché alle trasformazioni dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato. Si attende ora che l’INPS emani le istruzioni per procedere ai recuperi dei periodi pregressi.

Comments are closed.

Contatti